Giovedì 8 ottobre la presentazione del Rapporto Immigrazione 2020

Rapporto Immigrazione Caritas Migrantes 2020
Una lettura di < 1 minuto

Sarà presentata domani, giovedì 8 ottobre, a Roma presso il Centro congressi Aurelia dalle ore 11.00 l’edizione 2020 del Rapporto Immigrazione di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, sul tema Conoscere per comprendere.

Leggi tutto

Share

Il mio nuovo libro sulla Giornata Mondiale del Migrante. Qualche anteprima e alcune confessioni

Simone M. Varisco - Il giorno di chi è in cammino. Storia della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato in Italia
Una lettura di 6 minuti

Simone M. Varisco - Il giorno di chi è in cammino. Storia della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato in Italia E siamo a sette. Ci si potrebbe leggere un significato biblico di totalità e completezza. La verità è che sembra piuttosto l’inizio di un cammino.

Leggi tutto

Share

Germania. In aumento i casi di Covid-19 connessi alle celebrazioni religiose (e a tutto il resto)

Messa Covid-19 coronavirus mascherine
Una lettura di 3 minuti

Dopo la ripresa delle celebrazioni religiose (e di molto altro), aumentano in Germania i nuovi casi di Covid-19. Le Chiese cristiane rassicurano, ma si teme la rottura della fragile intesa con il governo di Angela Merkel.

Leggi tutto

Share

Messa male. Il Papa, la Cei e il lungo tunnel delle celebrazioni senza popolo

Crocifisso Covid19 coronavirus prete mascherina guanti
Una lettura di 5 minuti

Celebrare senza popolo? Solo «per uscire dal tunnel, non per rimanere così». La CEI suona la carica all’attacco di Conte, ma papa Francesco mette la sordina.

Se la liturgia senza popolo avesse una “forma”, sarebbe quella di un tunnel lungo e accidentato. È questa la sensazione che si ha ripercorrendo le vicende che hanno accompagnato le celebrazioni senza concorso di popolo durante le settimane della pandemia di Covid-19. Fino alle pagine scritte nelle ultime ore, che sembrano inaugurare un nuovo capitolo.

Leggi tutto

Share

Nuova traduzione del Padre Nostro. Il vero problema non è quel “non indurre”

Gesù, Padre Nostro
Una lettura di 3 minuti

Continua a far parlare di sé la nuova edizione del Padre Nostro approvata a larga maggioranza dalla Conferenza episcopale italiana pochi giorni fa, nell’ambito di una più ampia revisione del Messale Romano. Se per l’effettiva adozione del nuovo testo si andrà con ogni probabilità al 2019 (si attende la valutazione della Santa Sede), la discussione, con sentimenti opposti, ha ormai raggiunto i fedeli, mischiandosi ad una buona dose di falsa informazione. Questa la versione più diffusa: papa Francesco ha cambiato il Padre Nostro. E poco importa che negli anni – almeno 16 di riflessione – l’adeguamento della preghiera cristiana per eccellenza abbia incassato il sostegno di personalità quali Benedetto XVI e i cardinali Giacomo Biffi e Carlo Maria Martini.

Diverso il caso di quanti, invece, vorrebbero spostare il confronto sull’opportunità teologica o linguistica del nuovo testo. Fra questi, il prof. Franco Ometto, docente di Islamistica sciita presso il Pontificio Istituto di Studi Arabi e Islamici di Roma, nonché di Linguistica e lingue moderne nelle università statali dell’Iran e di Teologia cristiana negli atenei islamici di Qum, sempre in Iran. A lui si deve anche la traduzione del Catechismo della Chiesa cattolica dal Latino al Persiano. Che, dal canto suo, assicura: rispetto al Padre Nostro «l’attenzione dei vescovi dovrebbe essere focalizzata non sul verbo inducas quanto sul termine tentatio, che al tempo di san Girolamo significava “esame”, “prova”». Del prof. Ometto l’intervento che segue, che ricevo e pubblico integralmente.

Leggi tutto

Share

Francesco e la nuova lettera sulle migrazioni

Francesco e la nuova lettera CEI sulle migrazioni
Una lettura di 3 minuti

Nella nuova lettera della Commissione episcopale per le migrazioni della Cei, Comunità accoglienti. Uscire dalla paura, Francesco è citato otto volte, più di ogni altro pontefice precedente (Benedetto XVI è presente due volte e Giovanni Paolo II una), a conferma del legame – reale, ma ancor più percepito – fra il pontificato in corso e il tema delle migrazioni.

Leggi tutto

Share