Europa, la rotta balcanica. Dove le armi hanno più diritti dei migranti

Migranti, rotta balcanica, traffico di armi
Lo leggi in 4 minuti

Muri ai migranti, aerei e navi alle armi: è la guerra dell’Europa in Medio Oriente. Alimentata dalla rotta balcanica, ricca di miliardi di euro e povera di dignità.

Leggi tuttoEuropa, la rotta balcanica. Dove le armi hanno più diritti dei migranti

Share

Gli Stati Uniti ci riprovano. Al-Nusra cambia nome e la guerra per procura

Soldati del Fronte al Nusra, Jabhat al-Nuṣra, nei pressi di Ariha, Siria
Lo leggi in 4 minuti

Il sostegno al Fronte al-Nuṣra, il denaro a ribelli che decapitano bambini, il commercio delle armi: è la nostra guerra in Siria. Una guerra per procura, sempre più sporca. Senza volontà di pace e senza vergogna.

Leggi tuttoGli Stati Uniti ci riprovano. Al-Nusra cambia nome e la guerra per procura

Share

Marcinelle, la morte adesso. Bustaffa: «Rintocchi che dovrebbero risuonare nella coscienza»

Marcinelle, minatori
Lo leggi in 3 minuti

Marcinelle, Berbenno di Valtellina, 8 agosto 2016A Marcinelle ci sono lampade che vanno tenute accese. Lampade che tengono viva la memoria di una tragedia in cui la morte venne improvvisa e lampade che illuminano le tante tragedie del presente. Lampade come quelle che in una miniera servono per segnalare i due pericoli più temuti, il buio e il grisù, in agguato dentro ai cunicoli.

Leggi tuttoMarcinelle, la morte adesso. Bustaffa: «Rintocchi che dovrebbero risuonare nella coscienza»

Share

Terrorismo e malattia mentale? Succederà ancora

Saint-Etienne-Rouvray, terrorismo, malattia mentale
Lo leggi in 5 minuti

Dopo l’attacco a Londra da parte di un 19enne armato di coltello, si torna a parlare di malattia mentale e terrorismo. Tentativo di dare delle rassicurazioni? Buonismo e negazione della violenza di matrice islamica? Soltanto uno scenario prevedibile, che darà presto nuovi, nefasti, frutti.

Leggi tuttoTerrorismo e malattia mentale? Succederà ancora

Share

Papa Francesco, ad Auschwitz in silenzio di fronte all’horror vacui

Lo leggi in 3 minuti

«Nessun maestro mi aveva avvisato che il silenzio poteva essere nefasto, malefico, che poteva condurre l’uomo a mentire a tradire, che poteva frantumare e spezzare l’uomo invece di cementarlo. Dopo le grida, i colpi e l’obbligo di restare in piedi, il silenzio. L’angoscia dilagò. Capivo che il silenzio era una tortura più raffinata, più brutale degli interrogatori». Così Elie Wiesel, scrittore ebreo di origini rumene, premio Nobel per la pace, scampato all’Olocausto e scomparso ad inizio luglio, nel suo Testamento di un poeta ebreo assassinato. Un silenzio concepito come vuoto, moderno horror vacui psicologico, filosofico, esistenziale.

Leggi tuttoPapa Francesco, ad Auschwitz in silenzio di fronte all’horror vacui

Share

I terroristi strappano i morti dai nostri ospedali. Così ci fanno paura

Lungomare di Nizza, fiori e turisti
Lo leggi in 3 minuti

«Sora nostra morte corporale». Per gran parte della sua storia l’uomo ha vissuto con la morte. Un atteggiamento di familiarità, un misto di rassegnazione e fiducia. Sono trascorsi decenni, ma sembrano passati secoli, durante i quali la morte è diventata una parente sempre più lontana, scomoda e innominabile.

Leggi tuttoI terroristi strappano i morti dai nostri ospedali. Così ci fanno paura

Share