I giorni della Santa Sofia nell’impero di Erdoğan

Santa Sofia, Turchia, Erdogan, moschea
Lo leggi in 5 minuti

La già basilica cristiana di Santa Sofia, nella fu Costantinopoli, è uno dei simboli storici e architettonici dell’incontro-scontro fra la Cristianità e l’islam. È la ragione per cui l’attuale museo di Santa Sofia, nell’odierna Istanbul, è oggetto delle attenzioni di Erdoğan, che lo vorrebbe moschea. Con due appuntamenti ai quali prestare attenzione.

Leggi tuttoI giorni della Santa Sofia nell’impero di Erdoğan

Share

Peccato di ipocrisia mortale. Kobane, i curdi e la memoria corta

Donne curde Kobane
Lo leggi in 3 minuti

A volte gli anniversari sono crudeli nel loro smascherare ipocrisie che il tempo e la memoria corta rischierebbero di celare. Prendiamo, ad esempio, Kobane.

Leggi tuttoPeccato di ipocrisia mortale. Kobane, i curdi e la memoria corta

Share

Erdogan ci riprova. La poca “Sapienza” su Santa Sofia

Erdogan, Turchia, Santa Sofia
Lo leggi in 2 minuti

In campagna elettorale non c’è “Sapienza” che regga. A tre giorni dalle elezioni amministrative in Turchia, il presidente Recep Tayyip Erdogan rilancia il progetto di far “tornare” Santa Sofia una moschea. Con un occhio a Gerusalemme e uno agli Stati Uniti.

Leggi tuttoErdogan ci riprova. La poca “Sapienza” su Santa Sofia

Share

La Turchia di Erdogan, fra Santa Sofia e il “paradiso” della TV

Santa Sofia, Turchia
Lo leggi in 5 minuti

Ovvero: l’abilità del presidente turco di muoversi sul binario doppio dell’apertura e dell’isolazionismo di matrice islamica e perché, solo capendo cos’è davvero Santa Sofia, si comprende perché Erdogan la reclami.

Leggi tuttoLa Turchia di Erdogan, fra Santa Sofia e il “paradiso” della TV

Share

Europa, la rotta balcanica. Dove le armi hanno più diritti dei migranti

Migranti, rotta balcanica, traffico di armi
Lo leggi in 4 minuti

Muri ai migranti, aerei e navi alle armi: è la guerra dell’Europa in Medio Oriente. Alimentata dalla rotta balcanica, ricca di miliardi di euro e povera di dignità.

Leggi tuttoEuropa, la rotta balcanica. Dove le armi hanno più diritti dei migranti

Share

Armenia, terra di genocidi. Stragi fatte e subite

Armenia, Genocidio armeni, Medz Yeghern, sözde Ermeni Soykırımı
Lo leggi in 4 minuti

Di genocidio si è tornati a parlare in vista del viaggio apostolico di papa Francesco in Armenia. C’è il genocidio degli armeni, riconosciuto dalla Germania, negato dalla Turchia e che ha provocato le inaudite scuse del vicario del Patriarcato armeno a Istanbul. Ma anche l’eccidio dimenticato di Khojaly, nella guerra fra Armenia e Azerbaigian. Un’insidia che attende il Papa in autunno.

Leggi tuttoArmenia, terra di genocidi. Stragi fatte e subite

Share