Una donna prete? Forse. In Cecoslovacchia

Ludmila Javorova
Lo leggi in 4 minuti

Chi pensa che il dibattito sulle diaconesse appartenga solo alla Chiesa delle origini si sbaglia. Durante il Comunismo, per la sopravvivenza del cattolicesimo si usarono metodi non convenzionali, fino al punto di ordinare sacerdoti uomini sposati e donne. È la storia della Chiesa clandestina cecoslovacca e di uno dei suoi membri più controversi, Ludmila Javorová.

Leggi tuttoUna donna prete? Forse. In Cecoslovacchia

Share