Amore, unica laetitia nel dolore delle migrazioni

Amoris laetitia, migrazioni, profughi, famiglia
Una lettura di 4 minuti

«La mobilità umana, che corrisponde al naturale movimento storico dei popoli, può rivelarsi un’autentica ricchezza tanto per la famiglia che emigra quanto per il paese che la accoglie»1. L’esortazione apostolica Amoris laetitia, papa Francesco e le migrazioni. E quella Comunione ricevuta indegnamente non solo dai divorziati risposati

Leggi tuttoAmore, unica laetitia nel dolore delle migrazioni

Share

Francesco e Bartolomeo a Lesbo: non solo migranti, anche nuova riconciliazione

Profughi sull'isola di Lesbo, visita papa Francesco e patriarca Bartolomeo
Una lettura di 2 minuti

La visita che papa Francesco e il patriarca Bartolomeo compiranno all’isola di Lesbo il prossimo 15 16 aprile assume ampie valenze non solo umanitarie. In passato l’isola è stata infatti al centro delle strategie geopolitiche del Mediterraneo e della plurisecolare contrapposizione fra Cristianità latina e orientale. Una scelta per nulla casuale, che segnerà un nuovo passo verso una più piena riconciliazione.

Leggi tuttoFrancesco e Bartolomeo a Lesbo: non solo migranti, anche nuova riconciliazione

Share

Non sono pericolosi. Sono in pericolo … quando emigrare ferisce l’anima. Intervista sul Sismografo

Emigranti italiani diretti in Australia
Una lettura di < 1 minuto

Segnalo la puntuale intervista fattami da Luis Badilla Morales per il Sismografo a proposito del mio nuovo libro La follia del partire, la follia del restare. Il disagio mentale nell’emigrazione italiana in Australia alla fine dell’Ottocento (Tau Editrice, 96 pp., 10 euro). Si parla di emigrazione, attualità, Europa e Chiesa.

Share

«Papa Francesco ha ascoltato»: il viaggio in Messico e la comunicazione

Papa Francesco, Messico
Una lettura di 8 minuti

Accanto al suo valore pastorale, il recente viaggio di papa Francesco in Messico è stato indubbiamente anche un grande evento mediatico. Anzi, proprio la comunicazione ha una particolare rilevanza anche sul piano pastorale. Così è stato per le tappe del viaggio del Pontefice, per le sue omelie, per l’importante documento congiunto siglato con il patriarca di Mosca Kirill e per le due conferenze stampa con i giornalisti da e per l’Italia. «Possiamo parlare di un “effetto Francesco”?», si domanda padre Jorge Enrique Mújica, sacerdote della congregazione dei Legionari di Cristo, esperto e analista della comunicazione. «Non solo i messicani hanno ascoltato il Papa, anche papa Francesco ha “ascoltato” i messicani con quello che ha visto». Con due momenti significativi e una lettera al critico Antonio Socci.

Leggi tutto«Papa Francesco ha ascoltato»: il viaggio in Messico e la comunicazione

Share

Papa Francesco e il Messico a latere

Papa Francesco, Messico
Una lettura di 4 minuti

Nec rubricat nec cantat, ma ama lo spagnolo e le lingue indigene, le parole forti e i silenzi. Conferme e novità di un Pontefice toccato dal Messico.

Leggi tuttoPapa Francesco e il Messico a latere

Share

Il tempo di Dio e il tempo dell’incontro. Francesco e Kirill. Intervista a p. Germano Marani, SJ

La sigla della Dichiarazione comune da parte di papa Francesco e del patriarca di Mosca Kirill, L'Avana
Una lettura di 5 minuti

Un incontro storico – una volta tanto, termine non abusato – e un documento unico. Lo scisma del 1054 però non c’entra: tra papa Francesco e il patriarca Kirill è tutto una novità. Che respira a due polmoni.

Leggi tuttoIl tempo di Dio e il tempo dell’incontro. Francesco e Kirill. Intervista a p. Germano Marani, SJ

Share