Messico, Nicaragua, Filippine: quei Paesi cattolici dove la Chiesa è sotto attacco

Nicaragua di Ortega, suore, proteste, Chiesa
Lo leggi in 4 minuti

Il triste primato del maggior numero di sacerdoti uccisi va al Messico, con 5 preti assassinati dall’inizio dell’anno, mentre le violenze, fisiche e verbali, si estendono al Nicaragua. Purtroppo non sono da meno le Filippine, dove nei primi mesi del 2018 hanno già trovato la morte due religiosi e alcuni sacerdoti pensano di armarsi. Paesi a maggioranza cattolica, dove la Chiesa è sotto attacco.

Leggi tuttoMessico, Nicaragua, Filippine: quei Paesi cattolici dove la Chiesa è sotto attacco

La Colombia, Francesco e le donne

Violenza sulle donne, Messico, Colombia, papa Francesco
Lo leggi in 3 minuti

Prenderà il via domani la visita di Francesco in Colombia. Ad attendere il Papa anche migliaia di attiviste impegnate nella lotta contro la violenza sulle donne. Un’iniziativa che ha illustri precedenti nei viaggi di Francesco, ma con alterna fortuna.

Leggi tuttoLa Colombia, Francesco e le donne

La parabola di Peña Nieto: dall’incidente con Francesco all’alleanza contro Trump

Enrique Peña Nieto, Donald Trump e papa Francesco
Lo leggi in 4 minuti

Nel febbraio del 2015 i rapporti fra il governo messicano di Enrique Peña Nieto e papa Francesco sembravano al punto di rottura. Oggi, a due anni da quei fatti, la situazione è profondamente mutata. Dalle polemiche sulla “messicanizzazione” dell’Argentina al comune contrasto al muro statunitense, passando per la visita di Francesco in Messico e l’opposizione della Chiesa alle nozze gay: la parabola di Enrique Peña Nieto, ora in rotta di collisione con l’America di Donald Trump.

Leggi tuttoLa parabola di Peña Nieto: dall’incidente con Francesco all’alleanza contro Trump

«Papa Francesco ha ascoltato»: il viaggio in Messico e la comunicazione

Papa Francesco, Messico
Lo leggi in 7 minuti

Accanto al suo valore pastorale, il recente viaggio di papa Francesco in Messico è stato indubbiamente anche un grande evento mediatico. Anzi, proprio la comunicazione ha una particolare rilevanza anche sul piano pastorale. Così è stato per le tappe del viaggio del Pontefice, per le sue omelie, per l’importante documento congiunto siglato con il patriarca di Mosca Kirill e per le due conferenze stampa con i giornalisti da e per l’Italia. «Possiamo parlare di un “effetto Francesco”?», si domanda padre Jorge Enrique Mújica, sacerdote della congregazione dei Legionari di Cristo, esperto e analista della comunicazione. «Non solo i messicani hanno ascoltato il Papa, anche papa Francesco ha “ascoltato” i messicani con quello che ha visto». Con due momenti significativi e una lettera al critico Antonio Socci.

Leggi tutto«Papa Francesco ha ascoltato»: il viaggio in Messico e la comunicazione

Papa Francesco e il Messico a latere

Papa Francesco, Messico
Lo leggi in 4 minuti

Nec rubricat nec cantat, ma ama lo spagnolo e le lingue indigene, le parole forti e i silenzi. Conferme e novità di un Pontefice toccato dal Messico.

Leggi tuttoPapa Francesco e il Messico a latere

Di lingue indigene e sorelle (di vescovi) a pranzo

Donne di etnia tzotzil, Messico
Lo leggi in 2 minuti

Sarà a causa della pasión (tutt’altro che solo) messicana per le telenovela, ma il viaggio di papa Francesco in Messico si è colorato di aneddoti prima ancora di iniziare. Compreso il pranzo di domani a San Cristóbal de Las Casas. Aspetti in molti casi di contorno, non in grado di oscurare l’importanza del viaggio del Pontefice in Messico e lo straordinario valore pastorale del documento siglato a L’Avana con il patriarca di Mosca, Kirill.

Leggi tuttoDi lingue indigene e sorelle (di vescovi) a pranzo