Putin, il Cristianesimo e l’Europa: come Giovanni Paolo II o come l’Irlanda?

Battesimo della Rus, Vladimir Putin, patriarca Kirill, Mosca
Lo leggi in 4 minuti

Si celebrano i 1030 anni dalla conversione al Cristianesimo della vecchia Russia e Putin guarda alla nuova ancora in chiave cristiana. Cronaca di un disagio e del rischio di un doppio errore.

Leggi tuttoPutin, il Cristianesimo e l’Europa: come Giovanni Paolo II o come l’Irlanda?

La “tesi Bergoglio” applicata all’immigrazione

Papa Francesco, immigrazione
Lo leggi in 3 minuti

Tempo, unità, realtà e tutto: si è detto che le quattro categorie della tesi di dottorato di Jorge Mario Bergoglio spieghino il suo modo di governare la Chiesa. Ma non solo. Dicono qualcosa anche sulle migrazioni.

Leggi tuttoLa “tesi Bergoglio” applicata all’immigrazione

Putin e Mattarella: quando fare gli auguri al Papa è un’arte

Vladimir Putin e Sergio Mattarella
Lo leggi in 4 minuti

È un’arte con la quale tutti ci siamo misurati in questi giorni: fare gli auguri. Un piacere – e talvolta un onere – che non è sconosciuto ai capi di Stato e che anzi acquista significati profondi. Basti vedere gli auguri che Mattarella e Putin hanno rivolto a papa Francesco. E alle rispettive nazioni.

Leggi tuttoPutin e Mattarella: quando fare gli auguri al Papa è un’arte

L’agenda di Trump e la borsa di Francesco. Cina, Israele, ambiente e donne

Papa Francesco, Donald Trump
Lo leggi in 10 minuti

Cresce l’attesa per l’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, previsto per le 17.30 di oggi, ora italiana, seguito dal giuramento alle 18. Fra balli e concerti sottotono, l’attenzione però si concentra già sul futuro degli Stati Uniti. Molte le questioni aperte, dalla politica internazionale – Cina, Russia e Israele su tutti – a migranti e ambiente, senza dimenticare donne, aborto e unioni omosessuali. Ma se l’agenda di Trump è piena, non lo è di meno la borsa di Francesco.

Leggi tuttoL’agenda di Trump e la borsa di Francesco. Cina, Israele, ambiente e donne

Follie di fine anno. Francesco come la regina Elisabetta e Burke come Lutero

Papa Francesco, regina Elisabetta, statuetta, gadget
Lo leggi in 3 minuti

L’ultimo è un paio di scarpe ortopediche acquistato in via del Gelsomino. Prima sono venuti il conto della Domus Paolo VI pagato dopo l’elezione a pontefice, le uscite alla chetichella a via del Babuino per acquistare nuove lenti da vista, la vecchia borsa di pelle nera portata sull’aereo e la Ford Focus ad attenderlo all’arrivo. Minuzie di vita quotidiana, notizie di colore alimentate globalmente da uno stupefatto chiacchiericcio sdoganato come ammirazione per la quotidiana normalità del Pontefice, tanto feriale da essere incredibile. Una “francescomania” che ricorda sempre più il rapporto tutto british del popolo britannico con la regina Elisabetta II.

Leggi tuttoFollie di fine anno. Francesco come la regina Elisabetta e Burke come Lutero

Porajmos. 16 dicembre 1942, la deportazione degli zingari negli occhi di Pankok

Otto Pankok, Papelon; zingari, Rom e Sinti
Lo leggi in 4 minuti

Il 16 dicembre 1942 Heinrich Himmler firma il “decreto Auschwitz”. È l’inizio del Porajmos, il “grande divoramento”, la deportazione di tutti gli zingari del Reich a Birkenau. Dimenticati dalla storia, sono ricordati nelle poesie e nell’arte. Come in quella del pittore e scultore tedesco Otto Pankok.

Leggi tuttoPorajmos. 16 dicembre 1942, la deportazione degli zingari negli occhi di Pankok