Migrazioni al femminile martedì al Museo Martinitt e Stelline

Si legge in 1 minuti

Si parlerà di migrazioni al femminile martedì 11 aprile alle ore 17.30 al Museo Martinitt e Stelline di Corso Magenta 57 a Milano. L’occasione nasce dall’incontro fra il mio libro, “La follia del partire, la follia del restare” scritto per la Fondazione Migrantes (maggiori info), e il ciclo “Le donne della storia” proposto dal Museo.

Leggi tutto

L’altra metà della Chiesa e del mondo. Le donne al Concilio Vaticano II

Alcune delle 23 uditrici del Concilio Vaticano II
Si legge in 3 minuti

«Dov’è l’altra metà della Chiesa?», pare abbia domandato il cardinale belga Léon-Joseph Suenens al Concilio Vaticano II. Schiere di volti maschili, ma nessuna presenza femminile. Le donne sarebbero arrivate di lì a poco: religiose, mogli, laiche nubili e vedove di guerra. Fra loro anche un’argentina.

Leggi tutto

L’agenda di Trump e la borsa di Francesco. Cina, Israele, ambiente e donne

Papa Francesco, Donald Trump
Si legge in 8 minuti

Cresce l’attesa per l’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, previsto per le 17.30 di oggi, ora italiana, seguito dal giuramento alle 18. Fra balli e concerti sottotono, l’attenzione però si concentra già sul futuro degli Stati Uniti. Molte le questioni aperte, dalla politica internazionale – Cina, Russia e Israele su tutti – a migranti e ambiente, senza dimenticare donne, aborto e unioni omosessuali. Ma se l’agenda di Trump è piena, non lo è di meno la borsa di Francesco.

Leggi tutto

Nino, Nana e Maria. L’anima cristiana della Georgia è donna

Si legge in 4 minuti

Sono le k’alebi, le donne, la vera anima della Georgia. Le dedebi, le madri instancabili che sostengono la famiglia e piangono di nascosto. E le beboebi, le nonne, nella loro malinconica dignità, che accompagnano le note del panduri nelle canzoni popolari. È sempre stato così in Georgia, come in buona parte dell’Europa, dell’Asia e, in fondo, del mondo intero. Anche nella fede. A poco più di un centinaio di chilometri ad est di Tbilisi, non distante dal confine con l’Azerbaigian, si trova uno dei simboli religiosi più importanti della Georgia, il Monastero di Santa Nino di Bodbe. Insieme alle reliquie della santa, custodisce una delle storie più affascinanti della Cristianità d’Oriente. Un misto di evangelizzazione e Divina Commedia, tutta al femminile.

Leggi tutto

Una donna prete? Forse. In Cecoslovacchia

Ludmila Javorova
Si legge in 4 minuti

Chi pensa che il dibattito sulle diaconesse appartenga solo alla Chiesa delle origini si sbaglia. Durante il Comunismo, per la sopravvivenza del cattolicesimo si usarono metodi non convenzionali, fino al punto di ordinare sacerdoti uomini sposati e donne. È la storia della Chiesa clandestina cecoslovacca e di uno dei suoi membri più controversi, Ludmila Javorová.

Leggi tutto

Comunicación y reflexión. Intervista a Fr. Jorge Enrique Mújica, LC

Papa Francesco, Filippine, gennaio 2015. AP.
Si legge in 8 minuti

Fr. Jorge Enrique Mújica, LC
Fr. Jorge Enrique Mújica, LC

Disponible también en lengua española. Fr. Jorge Enrique Mújica, LC, è un religioso di voti perpetui della congregazione dei Legionari di Cristo. È stato coordinatore della sezione spagnola dell’ufficio stampa del Centro di Studi Superiori di Roma, dove fu anche professore. Autore del blog Actualidad y Análisis, analista di temi della comunicazione istituzionale e del rapporto internet-fede, giornalista su testate digitali e a stampa, infoeticista e membro del gruppo di investigazione Biomedi@ della facoltà di bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, collaboratore occasionale di programmi radiofonici. Attualmente studia teologia a Roma.

Ciberlegionario, «webpastor», apostolo 2.0, cappellano digitale, catho-geek, ha risposto ad alcune domande su Chiesa e comunicazione. Con uno spazio per il silenzio e il nuovo jihadismo digitale. A Fr. Mújica va il mio cordiale ringraziamento per avermi dedicato parte del suo tempo.

Leggi tutto