Milano fra binari, storia e devozione. San Fedele, Manzoni e le ballerine /7

Si legge in 4 minuti

La chiesa di San Fedele, nel centro di Milano, nasconde tesori artistici, tradizioni dimenticate e polemiche mai sopite. Frequentata da Alessandro Manzoni e dalle ballerine della Scala, merita una scoperta. E qualche “sacrificio” contemporaneo.

Leggi tutto

In attesa di Francesco, Milano rilancia la Confessione comunitaria

Confessione papa Francesco, Confessione individuale e Confessione comunitaria
Si legge in 5 minuti

La diocesi di Milano si prepara alla visita di papa Francesco, prevista per il prossimo 25 marzo, e rilancia la forma comunitaria della Confessione. Amata dal card. Martini, ma che in passato ha portato ad abusi condannati da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Leggi tutto

Giubileo della Misericordia finito? Si può prorogare

Giovan Battista Crespi detto il Cerano, San Carlo consola gli appestati alle capanne, XVII secolo, Milano, Duomo di Milano
Si legge in 3 minuti

Si è concluso ieri, con la chiusura della Porta Santa a San Pietro, il Giubileo straordinario della Misericordia. Papa Francesco ha già precisato che «anche se si chiude la Porta santa, rimane sempre spalancata per noi la vera porta della misericordia, che è il Cuore di Cristo», così come non dovrebbero chiudersi «mai le porte della riconciliazione e del perdono». Una verità teologica che potrebbe anche diventare un atto di proroga del Giubileo: non sarebbe la prima volta.

Leggi tutto

Rito della Nivola in Duomo: a Milano lo spettacolo di un’antica tradizione

Rito della Nivola, Duomo di Milano
Si legge in 3 minuti

Il “volo” dell’arcivescovo fra le volte del Duomo di Milano, un misto di fede e spettacolarità scenica: è il Rito della Nivola, che si rinnoverà anche quest’anno in Cattedrale.

Leggi tutto

«Quanto sarebbe religioso il digiuno»: breve storia del digiuno cristiano

Daniele Crespi, Digiuno di san Carlo Borromeo, 1625 c., Milano, chiesa di Santa Maria della Passione.
Si legge in 5 minuti

Le pratiche di digiuno e astinenza dal cibo, utilizzate anche da organizzazioni, movimenti e partiti politici in diverse parti del mondo come casse di risonanza a sostegno di particolari iniziative, sono andate incontro nel mondo cristiano ad un progressivo scivolamento di significato, tale da farle ritenere “scioperi della fame cattolici”. Al di là di mere questioni semantiche, il rischio è di perdere di vista la peculiarità storica di una pratica antica di secoli e dotata di proprie specificità. Per questo motivo risulta opportuno ripercorrere brevemente la storia del digiuno cristiano, illuminandone alcune delle caratteristiche, senza dimenticarne le ragioni teologico-evangeliche che ne sono alla base, ma privilegiando in questa sede la componente storica.

Leggi tutto