Francesco e la nuova lettera sulle migrazioni

Francesco e la nuova lettera CEI sulle migrazioni
Si legge in 3 minuti

Nella nuova lettera della Commissione episcopale per le migrazioni della Cei, Comunità accoglienti. Uscire dalla paura, Francesco è citato otto volte, più di ogni altro pontefice precedente (Benedetto XVI è presente due volte e Giovanni Paolo II una), a conferma del legame – reale, ma ancor più percepito – fra il pontificato in corso e il tema delle migrazioni.

Leggi tuttoFrancesco e la nuova lettera sulle migrazioni

Comunità accoglienti. Se la Chiesa “in uscita” esce anche dalla paura

Comunità accoglienti, uscire dalla paura, Ero forestiero
Si legge in 5 minuti

Sono trascorsi 25 anni dal documento “Ero forestiero e mi avete ospitato”. Oggi, con la lettera “Comunità accoglienti. Uscire dalla paura” la Commissione episcopale per le migrazioni della Cei riprende gli stimoli di allora. Che furono anche di Giovanni Paolo II e segnarono l’avvento delle migrazioni come fatto di Chiesa.

Leggi tuttoComunità accoglienti. Se la Chiesa “in uscita” esce anche dalla paura

Le “Impronte e scie” della Fondazione Migrantes. Cosa si dice

Fondazione Migrantes, Impronte e scie 50 anni
Si legge in 1 minuto

#50anniMigrantes. Non sono passati inosservati i 30 anni della Fondazione Migrantes e i 50 anni della pastorale della mobilità in Italia. Testimonianza dell’attualità del tema migratorio, ma anche del desiderio di molti di andare al di là della retorica sulle migrazioni, per comprendere più a fondo cosa sia davvero la mobilità umana.

Leggi tuttoLe “Impronte e scie” della Fondazione Migrantes. Cosa si dice

Fra quei due di Treviri, Francesco preferisce il santo

Papa Francesco, comunismo, Marx
Si legge in 4 minuti

Negli ultimi giorni una doppia distanza separa la Roma di Francesco dalla Germania del card. Reinhard Marx: quella fra il Papa e un altro Marx, il filosofo del Comunismo. Se Treviri deve essere, meglio, allora, sant’Ambrogio.

Leggi tuttoFra quei due di Treviri, Francesco preferisce il santo

Quando a chiedere perdono è Francesco e non il Papa

Papa Francesco chiede scusa pedofilia Chiesa Cile
Si legge in 5 minuti

«Sono stato parte del problema. Sono stato la causa di ciò e chiedo perdono». In poco più di cinque anni di pontificato, non si contano le volte in cui Francesco ha chiesto perdono, dalle violenze della Chiesa all’ultima pagina del caso Barros. Una lezione imparata dai predecessori, ma con un’importante novità.

Leggi tuttoQuando a chiedere perdono è Francesco e non il Papa